FIAB Grosseto Ciclabile propone, ai visitatori di queste pagine web, una serie di itinerari per scoprire la Maremma grossetana in bicicletta.

In questa sezione trovate, suddivisi per categorie, una serie di itinerari da percorrere in bici da strada, mountain bike, gravel, e-bike nella terra dei butteri, gli epici cavalieri guardiani dei pascoli maremmani, con difficoltà altimetriche che vanno dalla pianura alla collina. Ogni itinerario è composto da una descrizione dei luoghi attraversati e da una traccia GPS, che potrete scaricare dal link “percorso” a fondo pagina. Attenzione: nessuna responsabilità potrà essere imputata all'associazione o all'autore dell'itinerario in caso di danni di qualsiasi natura a cose e/o persone, subite o causate nell’intraprendere gli itinerari segnalati.

 

6 - Semproniano e Saturnia tra terme e leggende

fiab grosseto saturnia porta romanaLunghezza: 30 km
Altimetria/dislivello: 830 mt
Tipo di fondo: asfalto, sterrato
Percentuale sterrato: 16%
Difficoltà: impegnativo
Bici consigliata: e-mtb, mountainbike, gravel

Il percorso:

Un altro anello cicloturistico d’indescrivibile bellezza, dal punto di vista naturalistico, che si snoda tra le valli dei fiumi Albegna e Fiora sulle tracce di antiche vie romane e medievali. Lungo il percorso s’incrociano pievi, castelli, borghi antichi e sorgenti d’acqua termale che affondano le loro origini in leggende millenarie. Da Semproniano, borgo medievale edificato prima dell’anno mille, dove ancora svetta la maestosa Rocca Aldobrandesca, si raggiunge il borgo di Saturnia, dalle antiche mura e la leggendaria porta romana che si apre sulla Via Clodia, per poi godersi il meritato ristoro nelle mitiche acque termali nate da un fulmine di Zeus, e trasferite nel luogo dove si trovano adesso dal prode paladino Orlando “a sanare i cristiani dalla rogna”. Si risale a Catabbio passando da Poggio Murella, per scollinare infine nei pressi dell’antico borgo di Casa Scalabrelli. Panorami immensi, che si aprono sull’alta valle del Fiora, il Monte Amiata e la Riserva Naturale del Monte Penna, ci accompagneranno fino al punto di arrivo di Semproniano.

Per saperne di più: dettagli sull’itinerario:

Ci lasciamo alle spalle Semproniano seguendo le indicazioni stradali Manciano – Scansano, poste all’incrocio che troviamo all’uscita del paese. Duecento metri dopo, nella biforcazione, si tiene la destra immettendosi in discesa sulla SP 155 di Fibbianello. Appena fuori il paese troviamo la Chiesa della Madonna delle Grazie, risalente al XVI secolo. Il nostro itinerario prosegue sulla destra della chiesa, subito dopo la strada inizia a serpeggiare tra gli olivi con una pendenza che va aumentando fino a raggiungere, in alcuni tratti, il 14%. Ben presto si apre anche il panorama, che ora ci offre una superba vista su Saturnia e la valle dell’Albegna. All’orizzonte, in alto davanti a noi, la sagoma inconfondibile della torre di Manciano “la spia della maremma”.

Si prosegue, pedalando in aperta campagna, fino al km 7,100 per poi immettersi nella SP 10 Follonata, che seguiremo fino al km 8,700 dove si gira a destra in direzione Saturnia. Raggiunta la piazza principale dell’abitato possiamo lasciare la bici, percorrendo due passi per goderci le ricchezze storiche (e culinarie) che il piccolo borgo racchiude. La superba Porta Romana, reca ancora il basolato romano della Via Clodia, e proprio sotto l’arco delle antiche mura non possiamo non vedere, in una delle pietre del selciato, una strana forma; la leggenda narra che sia l’impronta di uno zoccolo del cavallo del paladino Orlando, che giunse a Saturnia al seguito di Carlo Magno. Il giro turistico continua, anche una volta risaliti in bicicletta, la traccia gira attorno alle antiche mura, ed esce dal centro storico puntando in direzione ovest. Proprio sotto il paese troviamo le vestigia delle antiche fonti di epoca romana. Il fondo è diventato adesso sterrato e poco dopo (km 11,8) si tiene la sinistra su una deviazione che, a destra, ci porterebbe sul tracciato della R.E.T. via Clodia. La nostra meta sono le Terme, che raggiungiamo, al km 14 del nostro itinerario, aggirando il colle su cui sorge Saturnia. Inutile dire che una volta giunti allo stabilimento (o in alternativa alle cascatelle del Mulino) ed esserci rilassati nel caldo abbraccio delle acque termali, la ripartenza sarà dura e rimandata più volte.

Se abbiamo una bici a pedalata assistita, è adesso il momento buono per approfittare dell’agevolazione offertaci dal motore elettronico. La nostra nuova meta è Catabbio, e per raggiungerla dovremo superate il tratto più impegnativo del percorso che, su fondo cementato e a tratti sterrato, risale decisamente verso Poggio Murella. (3,6 km pendenza media 8,2% massima 15%). Per il tratto Terme di Saturnia – Poggio Murella, segnaliamo la possibile alternativa rappresentata dalla SP 10 Follonata, che va percorsa in direzione Monte Amiata per 7,5 km fino in località Poggio Capanne. Si lascia poi la SP 10, girando a destra sulla SP 116, incrociando nuovamente la traccia dell’itinerario dopo 2 km, nei pressi di Poggio Murella.

Raggiunto Catabbio (km 23,3) si segue la SP di Sovana per circa un km per poi girare a sinistra su una strada secondaria, seguendo le indicazioni Catabbiaccio – Scalabrelli. Notevole il punto panoramico con panchine posto nelle vicinanza dell’incrocio. Raggiunto il piccolo centro di case sparse Scarabrelli (km 25,2), il panorama muta ancora. Stiamo pedalando al di sotto del crinale spartiacque tra i fiumi Albegna e Fiora, la vista sulla nostra destra si apre sulla sottostante valle del Fiora. Al di là della valle, la Riserva Naturale del Monte Penna, le vestigia della Rocca Silvana, antico possedimento dell'Abbazia di San Salvatore al Monte Amiata costruita nel corso del IX secolo presso Selvena, il Convento della Santissima Trinità nella Selva di Monte Calvo, risalente al XI secolo conserva una pala di terracotta robbiana e una teca con il teschio di un "serpente" o di un drago, come narra una nota leggenda del luogo. Il panorama ci distrae dalla strada, che sale fino al km 27,8, per poi discendere gradualmente, negli ultimi 2 km, quasi a planare come in un volo di uccello, regalandoci il piacere di atterrare dolcemente alle porte di Semproniano.

scarica la scheda itinerario

 

Categoria: Cicloturismo in Maremma 8 months ago
Angelo Fedi
Creato 8 months ago

Like it on Facebook, +1 on Google, Tweet it or share this track on other bookmarking websites.

Rate this track:

Non ancora valutato

Min Elevation
146 Metro
Total Distance
30.27 km
Max Elevation
661 Metro
Total Time
3h 01m 42s
Total Elevation Gain
835 Metro
Way Points
9
Total Elevation Loss
831 Metro
Track Points
595
Max Speed
12.24 km/hr
Route Points
0
Average Speed
9.99 km/hr
# Altimetria Distanza parziale Distanza Velocità Part time
1 138 Metro 0 km 0 km 0 km/hr N/A
2 155 Metro 1.15 km 1.15 km 0 km/hr N/A
3 287 Metro 1.05 km 2.2 km 0 km/hr N/A
4 285 Metro 0.31 km 2.51 km 0 km/hr N/A
5 298 Metro 0.19 km 2.7 km 0 km/hr N/A
6 488 Metro 6.32 km 9.02 km 0 km/hr N/A
7 545 Metro 1.44 km 10.46 km 0 km/hr N/A
8 550 Metro 3.79 km 14.25 km 0 km/hr N/A
9 604 Metro 0.84 km 15.08 km 0 km/hr N/A
Valori non disponibili nel file possono essere visualizzati a 0.
Questo percorso e' stato scaricato 13 volte(a). Percorso
google
600px
http://{s}.tile.openstreetmap.org/{z}/{x}/{y}.png
© OpenStreetMap contributors
Distanza: {0} {2} Altimetria: {1}
Distanza: {0} {2} Velocita': {1}
Distance: {0} {2} Heart Rate: {1}
https://www.fiabgrosseto.it/media/com_gpstools/markers/02marker.png
https://www.fiabgrosseto.it/media/com_gpstools/markers/default.png
#0000FF
#0000FF,#c1392b,#ffbe00,#2d3e50,#27ae61,#74065f,#2998d8
0
2
50
google.maps.MapTypeId.TERRAIN
1
1
1
1
1
1
1
google.maps.ZoomControlStyle.DEFAULT
google.maps.MapTypeControlStyle.DEFAULT
Distanza
Altimetria
Velocità
Frequenza cardiaca
km
kmph
m
km
Miglia
Metro
ft
mile/hr
ft/sec
km/hr
m/s
/index.php?option=com_gpstools&task=rating.rate&id=35&format=json