Progetto Green Ways

Il progetto Green-Ways nasce da un'iniziativa dell'Ufficio Aree Protette e Biodiversità della Provincia di Grosseto che ha individuato itinerari di collegamento tra le aree di interesse naturalistico della provincia, e ha poi richiesto all'Associazione Grosseto Ciclabile di testare la ciclabilità dei percorsi, la quale, tramite i suoi soci, ha effettuato la georeferenziazione dei tracciati rilevandone le caratteristiche altimetriche, il fondo stradale e i punti di criticità.

Il lavoro ha riguardato le seguenti fasi:

1. analisi dei tracciati del progetto Green Way

2. verifica su cartografia e sul posto della percorribilità in bicicletta;

3. sopralluoghi in bici, tracciamento GPS degli itinerari, documentazione fotografica;

4. classificazione dei vari tratti e delle possibili varianti in funzione dei parametri di tipologia di strada, fondo, traffico, elementi paesaggistici e risorse storico-culturali;

5. individuazione dei punti adatti ed opportuni per la segnaletica e per eventuali altre forme di informazione e servizio al ciclista;

6. individuazione di criticità del percorso;

7. realizzazione di mappe in scala di dettaglio, corredate di cartiglio, legenda e quadro d'unione. 

Le Direttrici

Gli itinerari del progetto provinciale Green Way, ricadono entro i confini del territorio della Provincia di Grosseto e collegano le aree di interesse naturalistico (Parco Regionale, RN e SIR). Al fine di esaltare la specificità degli itinerari sono state individuate delle direttrici, sulla base della morfologia del territorio nonché delle rotte storiche che hanno interessato il territorio della Maremma Grossetana nel corso dei secoli come la transumanza, o la grande bonifica Leopoldina.

Sono state individuate 7 grandi direttrici che tengono conto della rete escursionistica generale (Green Way + RET):

1. Montieri – Castell'Azzara

2. Follonica - Capalbio

3. Pari - Orbetello

4. Seggiano - Alberese

5. Castell'Azzara - Argentario

6. Pari - Follonica

7. Paganico - Follonica

Risultati della Ricognizione

La ricognizione svolta attraverso i sopralluoghi, le analisi e le verifiche sul campo ha permesso l'individuazione dei percorsi che possono essere interessanti ai fini cicloturistici, nonché delle criticità che sono evidenziate in cartografia, e degli eventuali interventi da attuare.

Gli itinerari che formano la rete del progetto Green Way, si sviluppano per circa 750 km accumulando 13428 mt di dislivello in salita. 

Il 46% dei percorsi utilizzano strade con bassissimi volumi di traffico, dove transitano cioè meno di 50 veicoli al giorno o strade vicinali con velocità max consentita pari a 30km h, questo dato, di per se abbastanza scarno, indica il grado di sicurezza oggettiva degli itinerari, che pur non sviluppandosi su strade dedicate specificatamente alla bicicletta, connotano la grande vocazione al turismo dolce del territorio compreso all'interno del progetto, e della Provincia di Grosseto in generale.

Il 63% del fondo stradale è asfaltato e un altro 23% è a fondo sterrato. Genericamente accettabile anche lo stato in cui si trovano le strade con l'80% in condizioni buone o medie in relazione al tipo di fondo e alla sede stradale. Circa 50 km si trovano invece in condizioni pessime, qui sono concentrate le criticità più impellenti e riguardano per lo più tratti sterrati o a fondo naturale in cui esposte maggiormente all' azione delle intemperie.

Angelo Fedi

Proposta PGTU Grosseto
IN-SEGNAL-ETICA