Urban Resilience – 24 maggio 2020 Art Tour

Leggera e sostenibile, la bicicletta si muove silenziosa per le vie delle città utilizzando al minimo le strade, che così possono tornare al loro uso originario, quello di spazio pubblico a disposizione della mobilità delle persone. Forsennata e falsa comunicazione, che nasconde gli effetti negativi sulla salute causati dall'uso indiscriminato di automobili sempre più grandi e assetate di energia, unita a politiche troppo spesso accondiscendenti verso i singoli interessi, ha generato negli anni lo scempio delle nostre città, trasformando le strade in un immenso parcheggio. In una fase storica come quella che stiamo vivendo, reinventarci una mobilità alternativa ai mezzi a motore e nuove strategie di comunicazione, sono diventate priorità improrogabili per affrontare lo stress ambientale in cui ci siamo cacciati e la bicicletta è, ancora oggi, forse l'unico mezzo che possa assolvere a questo compito, garantendo alla maggior parte degli individui la possibilità di movimento all'interno di uno spazio urbano. Un mezzo, la bicicletta, attraverso la quale è ancora possibile scoprirsi stupiti attraversando strade ricche di testimonianza artistiche mai notate prima. Dai tanti murales disseminati in vari punti della città, alle Mura Medicee con il loro fascino antico, avremo oggi la possibilità di leggere la città, in compagnia degli allievi di alcune scuole grossetane, attraverso una chiave di lettura diversa dal quotidiano, grazie alla competenza degli esperti della Fondazione Grosseto Cultura. È quello che faremo in questo ART TOUR inserito nel più ampio progetto di rigenerazione urbana al quale FIAB Grosseto Ciclabile partecipa con convinzione fin dall'inizio e che vede nella pedalata di martedì 24 maggio l'avvio della fase comunicativa e partecipata.  

vai all'itinerario


dal 24 al 26 giugno 2022 - Ciclostaffetta FIAB lun...